Inizia le tue scommesse sportive con unibet o altri bookmakers

Avventura numero 19 -- Numeri fortunati? --

Capezzolo si precipito' come una furia all'interno dello centro SNAI di Viale Tirreno, e li' ci trovo' come al solito Pirsing, che si stava giocando la consueta tripla ai cavalli.
Pirsing era amico di Capezzolo da una vita, e gli bastava uno sguardo per capire cosa passasse nella cervice crinuta del compagno di mille bevute; ma stavolta gli occhi di Capezzolo erano spiritati molto al di la' del tasso alcolico rilevabile, cosi' Pirsing si incuriosi' al punto da perdere di vista il monitor che gli rimandava la corsa del suo pupillo Gerovital, e avvicinarsi cauto all'agitatissimo amico.
"Compa', che te succede? Pare che hai ingoiato na lucertola viva".
"Altro che lucertola viva, sto giro e' tosta... mo' lasseme perde che devo a tutti costi becca' na martingala sull'Hockey finlandese, che tra 10 minuti me chiudeno le quote".
"Accitua, mo' pure l'hockey finlandese te giochi... e che ce capischi de hockhey finlandese, se non sei mai uscito da Montesacro manco pe' fa' er militare..."
"Nun ce capisco un cazzo, vabbe'? ma me lo devo gioca', che se non piglio sta giocata ar volo so' rovinato..."
"E gioca pure, ma mentre giochi, me spieghi come mai tutta st'acredine pe' er gioco, tu che si e no' metti du scudi sulla maggica quanno gioca in casa cor Messina, che poi manco vinchi..."
Capezzolo prese 50 euri dal marsupio, li porse al cassiere e trionfante riscosse la ricevuta di scommessa, poi senza dire una parola prese sottobraccio l'amico fidato e lo porto' nell'angolo piu' lontano del locale, prese due coke dal distributore automatico, e dopo una lunga sorsata, con regolare sbrodolata sulla felpa di colore indefinibile, guardo' fisso Pirsing con l'aria cospiratrice: "Ho sognato, a Pirsing... e nun l'avessi mai fatto!"
"E che te sei sognato, a Cape'? Li nummeri? Allora dovevi da gioca' ar lotto..." rispose allibito Pirsing, che gia' aveva capito l'andazzo e anelava a riposizionarsi davanti al monitor dell'ippica.
"E si che me so' sognato li nummeri... ma nun erano nummeri da gioca', era un nummero de cellulare..."
Giusto il tempo di sgargarozzarsi le ultime stille di cocacola, e Capezzolo, in pieno outing, prosegui' il suo racconto.
"Me so' svejato co' sti nummeri in testa, e nun so come, me so' girati in tondo fino a che nun ho arzato la cornetta e nun ho fatto er nummero. Me risponne na voce roca, tipo quella che fa' tu sorella quanno lavora al'144... e inzomma, nun sapevo che dije, ma alla fine comincio a biascica' du' parole.. questa invece de attaccamme er telefono in faccia e damme der maniaco, me comincia a da' corda, e inzomma tempo mezz'ora e se semo dati una punta ar Fungo pe conoscese..."
"Scommetto che era un cancello automatico come tu' cuggina" lo interruppe l'amico, gia' disinteressato dalle gesta erotiche del compare.
"Ma che cancello e cancello, era bbona come la matriciana de tu nonna... me se presenta tutta in tiro co' na minigonna ascellare e un toppe che ballonzolava come la capoccia de quei canetti che tu padre tiene sur pianale de la 128... me piglia sottobraccio come se se fossimo conosciuti da sempre, e me porta a magna' na pizza li' vicino, che nun so' manco che pizza ho preso..."
"Na pizza 'n faccia quanno jai messo le mano addosso!" ridacchio' Pirsing.
"Ma de che. Pago er conto, e me ritrovo arinturcinato drento a delle lenzola che nun so le mie, perche' queste ereno pulite de fresco, in mezzo a un troiaio de chiappe e de tette che pareveno mortiplicasse come li pani e li pesci..."
"Nun me di' che t'ha fatto arisuscita' pure Lazzero..." lo sfotte' Pirsing
"A Pirsing, nun e' er momento de scherza'... che qui e' cominciato er dramma"
"Come er dramma, a Cape'... te sei fatto na ricca pelle, nun me pare tanto male per uno che va avanti a zaganelle dar giorno che e' cascato er muro de Berlino!"
"E no, a Pi'... perche' er giorno dopo se semo rivisti, arisemo annati a piasse na sciocchezza ar bare, e poi aridanghete... e cosi' er giorno dopo, er giorno dopo ancora, e ancora, e inzomma so' 15 giorni che magno e trombo senza fermamme mai"
"E nun sei contento?"
"E no, Pirsinghe, nun so' contento manco pe' gnente, perche' co' sto sturbo sessuale nun me so' accorto de na cosa fondamentale..."
"E che, a Cape'...?"
"Che tutte ste magnate, ste pizzette, sti ristoranti, sti stuzzichini ar bare, li ho pagati tutti io, a Pirsinghe.... m'e' costata na fortuna, sta storia, e nun cio' piu' na lira manco pe' piagne... ecco perche', se sti finlandesi der cazzo nun fanno er dovere loro, me tocca venneme pure er letto de casa..."
Pirsing era ormai stufo, e non trovo' niente di meglio che dirgli: "Armeno nun sogni piu' nummeri de telefono, a Cape'..."
Non capi' mai la ragione per cui l'amico fraterno schizzo' via dal locale in preda ad una improvvisa crisi di pianto, mentre Gerovital tagliava il traguardo per ultimo e la favorita del match di hockey su ghiaccio finlandese concludeva il proprio incontro casalingo con una sonora, clamorosa, impronosticabile sconfitta.

Nessun commento:

Video Avventure

Loading...
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Gli annunci pubblicitari sono a cura di agenzie indipendenti. Queste possono utilizzare dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.